How To Get Away With Murder: Alcune importanti dichiarazioni del produttore esecutivo

Image and video hosting by TinyPic

Chiedete al creatore e produttore esecutivo Pete Nowalk se ama o odia il suo lavoro, e la sua risposta dipenderà dal più recente episodio della serie. “Sono davvero orgoglioso del finale autunnale, ma sì, tutto potrebbe crollare”, ammette.

Tali sono i pericoli da incontrare con almeno una decina di intensi misteri  – che coinvolgono più cadaveri, traumi infantili, coperture, collegamenti e più recentemente una pistola che sembra contenere le impronte digitali di ogni personaggio principale.

Poi ancora, “Se vogliamo chiudere i battenti,” Nowalk dice, con una risata, “Preferisco uscire con un botto che farlo perché era noioso.”

TVLine ha incontrato Nowalk nella tarda notte di Giovedi – subito dopo la messa in onda dell’episodio 9 sulla costa orientale – sul piatto il mistero “Christophe,” la decisione oscura di Asher, il colpo di pistola ad Annalise e i tanti “punti interrogativi” che saranno risolti nella seconda fase della serie quando ritornerà l’11 febbraio.

Ogni personaggio regolare potrebbe o dovrebbe essere dietro le sbarre, a questo punto. Questo ti ha reso ansioso? Ti ha sconvolto? Il tuo finale di serie alla fine potrebbe eventualmente prendere un posto all’inferno?

[Ride] Oh mio Dio, non siamo già all’inferno? Sì, mi mette ansia per i personaggi. Non mi rende ansioso per la serie. Il percorso ci ha condotti fin qui, e cosa ha detto Bonnie nel bel mezzo della puntata è vero: “Diciamo quello che siamo solo per proteggere noi stessi, ma c’è un punto in cui siamo quelli da cui la gente ha bisogno di essere protetti.” Questo è successo. Sono tutti immersi in questa folle, comportamento criminale. Sono pericolosi. E hanno molto a che fare con i sensi di colpa e la propria coscienza quando torneremo [a febbraio].

Asher è ormai un vero e proprio assassino. E’ stato abbastanza orribile quando ti rendi conto che ha lasciato la Sinclair sotto la sua auto per 30 minuti prima dell’arrivo di Bonnie. Hai analizzato la seconda stagione pensando che lui avesse bisogno di sangue sulle sue mani in modo da essere in grado di continuare a far parte di questo gruppo?

Non siamo sicuramente partiti con questo in mente. In realtà mi ha fatto male renderlo parte degli omicidi, perché la sua frivolezza è uno dei miei pezzi preferiti della serie. Mi sembrava il risultato più reale e onesto per il personaggio. E lo abbiamo messo in moto con Emily che lo utilizza come una talpa. Da quel punto in poi, lui era su un sentiero verso l’inferno.

Mentre la Sinclair ha schernito Asher sul suicidio di suo padre, ha menzionato ciò che suo padre ha fatto a Tiffany. Stava parlando dell’insabbiamento del suo stupro di gruppo – o era in qualche modo più coinvolto in questo crimine?

Ooh, questa è un’ottima domanda. No, si sta riferendosi all’insabbiamento, per quanto ne sa lei. Emily crede giustamente che quello che suo padre ha fatto – mettere a tacere questa ragazza – era una cosa atroce da fare. Voleva dire ogni parola che ha detto – e sono d’accordo con lei su questo punto.

Questo finale autunnale mi ha dato la percezione come se avesse il doppio dei molti colpi di scena rispetto alla prima stagione. Ma vedendo Annalise ed Eva nel flashback, la visione di un giovane Wes che viene interrogato sulla morte di sua madre, e Eva chiede: “Che cosa abbiamo fatto?” Ciò è stato agghiacciante. Fa sembrare che le nostre opzioni siano che Wes abbia ucciso sua madre, e Annalise ed Eva lo hanno coperto. Oppure Annalise ed Eva hanno ucciso la mamma di Wes, e poi lo hanno fatto sembrare un suicidio. Ci sono altre possibilità? E che cosa possiamo aspettarci dal ritorno? Questa è una lunga attesa per le risposte – un’attesa quasi crudele!

Preferisci che vi lasciavamo un senza colpo di scena? [Ride] Certo che no! Queste sono tutte le domande giuste da porsi, e sono tutte possibili, ma ci sono altre possibilità, anche – cose che non posso dire. Sono nello stesso stato d’animo, come te. Non siamo molto più avanti di voi ragazzi [nel processo di scrittura]. Ci stiamo facendo le stesse domande, ma abbiamo una teoria in questo momento e penso che sia piuttosto nuova.

Ci sono alcune importanti complicazioni lasciate in sospeso. Non vediamo cosa accade a Philip, per cominciare. In quanto tempo verrà sbrigata la sua vicenda?

Potrebbe aver avuto un incidente. Potrebbe inoltre essere stato in piedi sulle scale. Chi diavolo lo sa. Quel Philip è difficile. Loro hanno un piano folle – montare una scena del delitto senza alcun senso. E torneremo due settimane dopo e scopriremo dove ha portarto quel piano: Se ha funzionato, se sono tutti completamente rovinati, se sono tutti già nel braccio della morte. E Philip è un grande punto interrogativo nella nostra serie. Così come lo è Levi. Così come Catherine – che cosa diavolo vorrà dire? Che cosa sta per dire Nate? Che cosa dirà Caleb? Chi crederà a questa storia?

Il mistero dell’omicidio Hapstall verrà svelato nella seconda stagione?

Senza aver scritto l’undicesimo episodio passato, sì, spero che lo facciamo. Non è mio obiettivo lasciare un caso aperto come quello troppo lungo.

Inoltre, Wes non mirava la gamba! E lui sa che Rebecca è morta – o almeno questo è quello che ha Annalise ha detto. E poi c’è la questione di come Annalise sappia che il suo nome è Christophe. Quale di questi dilemmi affronterai per primo nel ritorno di febbraio?

Stiamo girando proprio ora. E’ un gran disordine – e non possiamo rispondere a tutte le domande in una volta. Noi le analizziamo in maniera che non siate sopraffatti. Ma anche per i personaggi, è tutto troppo. Avrei voluto che mi sparassero!

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.