Game of Thrones: come cambierà la morte, Jon Snow?

Jon Snow è tornato. Ma in che modo è tornato? Il Lord Comandante non sarà lo stesso.

Nel numero di questa settimana di Entertainment Weekly, abbiamo ottenuto un dietro le quinte di Game of Thrones con la stella Kit Harington. Tra le nostre domande: Come cambierà la morte Jon Snow?

Harington ci ha raccontato una conversazione che il suo personaggio avrà con Melisandre probabilmente nel prossimo episodio che fa comprendere un po’ la sua situazione post-resurrezione.

Attenzione spoiler: per chi vuole essere come Jon Snow e non sapere niente non leggete.

“In un primo momento, ero preoccupato che si sarebbe svegliato e sarebbe stato lo stesso, di nuovo normale – quindi la morte non avrebbe cambiato nulla” dice Harington. “Ma lui ha bisogno di cambiare. C’è una linea brillante quando Melisandre gli chiede: ‘Cosa hai visto?’ E lui dice: ‘. Niente, non c’era niente’ che taglia diritto alla nostra paura più profonda, che non c’è nulla dopo la morte. E questa è la linea più importante di tutta la stagione per me. Jon non ha mai avuto paura della morte, e questo lo rende una persona forte e onorevole. Si rende conto della sua vita ora: deve vivere, perché questo è tutto quello che c’è. Oltre quella linea non c’è niente lì. E questo lo cambia. Ha visto l’oblio e l’oblio ha visto lui. Non vorrà mai più morire. Ma se morisse, questa volta non vorrebbe essere riportato indietro.”

Questa rivelazione, in primo luogo, respinge le teorie che dicono che la coscienza di Jon era nel suo meta-lupo Spettro, mentre il suo corpo era morto. In secondo luogo, suggerisce che Snow sarà ossessionato da questa sua esperienza. E in terzo luogo, Jon non vuole più essere riportato indietro, quindi questo fa si che la prossima volta che sarà in pericolo, non c’è modo di riportarlo in vita.

 

Maira

Fonte

Maira Vista

Companion del Doctor. Blogger di serie TV. Bionda dentro. Per info andate a pagina 394.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.