Recensione Shadowhunters: 1×09 – Rise up

Salve a tutti Mondani e bentornati al nostro appuntamento con la recensione del mercoledì di una nuova puntata di Shadowhunters.

Prima di iniziare, rinfreschiamoci la memoria con un breve previously on:

  • Clary è riuscita a recuperare la Coppa Mortale;
  • Luke confessa a Clary l’esistenza di Jonathan Christopher, facendo sì che il blocco della sua memoria svanisca;
  • Alec ha fatto la proposta di matrimonio a Lydia;
  • Clary che prende a pugni vampiri;
  • Simon si è definitivamente trasformato in vampiro.

Se volete sapere cosa penso della puntata precedente nel dettaglio, cliccate QUI

 

In questa puntata, deboli di cuore e lettori hanno pensato più volte di tirarsi i capelli o chiudere gli occhi cercando di fingere che niente fosse successo. Grandi cambiamenti sono stati apportati alla trama originale, con tutta la storia del fidanzamento di Alec e ciò che ne consegue a livello familiare per i Lightwood da una parte e la trasformazione di Simon, vissuta in maniera totalmente diversa, ma comunque molto interessante. Si qualifica personaggio della settimana proprio il nostro neo vampiro, che ci ha sorpresi con una interpretazione molto sentita.

 

LA PUNTATA

Simon si trova a dover fare i conti con la sua trasformazione (per cui incolpa Raphael, avendo un vuoto di memoria) e ciò che questa comporta. Jace e Clary vogliono mettersi sulle sue tracce, ma vengono a sapere dell’attacco all’Istituto da parte dei Dimenticati di Valentine, così i due decidono di separarsi, non prima di regalarci un altro bacio CLACE. Quando finalmente Clary ritrova Simon, si trova in procinto di aggredire la madre, preso dagli spasmi della fame. In seguito Clary confesserà di essere stata lei a decidere di portare a termine la sua trasformazione, provocando uno strappo fra i due.

Magnus si trova all’Istituto per rinforzarne le protezioni e le cose con Alec precipitano, in quanto ad ogni approccio dello stregone, Alec fa un passo indietro respingendolo, complice la sua simpaticissima proposta di matrimonio a Lydia, che se ci aveva fatto ricredere sul suo conto raccontandoci il suo passato, con l’arresto di Meliorn torna a farci antipatia, sopratutto per la reazione che provoca in Izzy.

 

Il fatto che Robert e Maryse facessero parte del Circolo crea reazioni contrastanti in famiglia: Alec sospetta di loro e non ha problemi con il fatto che vengano rimandati da Lydia a Idris, mentre Jace si batte per loro, credendo nella loro buona fede. Le cose possono solo peggiorare quando Izzy e Jace vengono a sapere del fidanzamento tra i due e quando, durante l’interrogatorio a Meliorn, questa viene a sapere che Clary ha la Coppa Mortale. Jace e Izzy si rivolgono a Magnus per cercare di far tornare alla ragione Alec, rubando il suo stilo e mettendo al sicuro la Coppa. Sono sicura che questo creerà in futuro problemi alla Malec, come se per adesso non ne avessero abbastanza. Devo dire che non mi è mai andata molto giù la devozione di Alec al Conclave, nemmeno nei libri, ma seguendo questa sotryline un pò modificata, la cosa mi urta ancora di più.

 

Le idee geniali di Clary continuano a venir fuori: quando Jace la avverte che il Conclave la sta cercando, decide di rifugiarsi all’Hotel DuMort, insieme a Simon e un Luke poco parterno glielo permette senza batter ciglio. Come non batte ciglio Clary vedendo Simon diventare praticamente una bestia a causa della fame: falla un’espressione ogni tanto, Kat! Tenerissimo e molto da Simon il fatto che lui dica di essere arrabbiato con lei ma di non poterla odiare mai.

La discussione tra Alec e Magnus mi ha spezzato il cuore, sopratutto il “Goodbye, Alexander.” Non potete farci questo, non potete!!

La missione di salvataggio di Meliorn crea l’occasione per la nascista di nuove e inconsuete alleanze. Clary offre a Raphael un’alleanza con le fate e i licantropi, per combattere insieme la minaccia di Valentine, anticipando così di molto i libri. Quando però è proprio Alec ad accompagnare Meliorn in prigione, le cose si complicano, portando ad uno scontro diretto tra Alec e Jace. E’ stato distruttivo vederli uno contro l’altro, combattere come se avessero dimenticato quello che sono l’uno per l’altro, il no di Alec.

Breaking that parabatai bond breaks our heart 💔

E sul finale:

The BEST gift.

 

 

E anche per oggi è tutto. Fatemi sapere cosa ne pensate e, in attesa del nuovo episodio, passate da Shadowhunters Italian Fans e Shadowhunters Italia – www.shadowhunters.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.