Recensione Shadowhunters: 1×01 – The Mortal Cup

Non ci posso credere! Finalmente è arrivato il momento per me di recensire questa serie tv che aspettavo con tantissima ansia e su cui avevo, e continuo ad avere, grandi aspettattive. Grazie a Netflix è stato possibile avere la puntata già stamattina, sia con i sottotitoli che doppiata in italiano. Freeform ha rilasciato anche le seconda puntata tramite la sua app, che recensirò in un secondo momento in quanto ancora non disponibile con i sub.

Voglio ringraziare in anticipo le pagine Shadowhunters Italian Fans e Shadowhunters Italia – www.shadowhunters.it per la fiducia accordatami nel pubblicare settimanalmente le mie recensioni. Passate da loro per scoprire tutte le novità della serie.

E adesso, pronti, partenza e via!

Le aspettative del fandom riguardo questa serie, soprattutto visto il flop del film, erano alle stelle e credo che i produttori e soprattutto gli attori, si siano dimostrati all’altezza di questo difficilissimo compito che era quello di non deluderci amaramente. Anche se non tutti i particolari erano perfetti (gli occhi di Alec, quelli di Jace, Izzy più bassa di quanto magari ce l’aspettavamo) ho solo pensato: non mi interessa nulla, sono bellissimi. Anche il fatto che Clary sia più grande rispetto ai libri e che abbia uno stile diverso nel vestire non ha cambiato la mia opinione. Tutto il cast, in particolare Emeraude e Matt mi hanno impressionata davvero. Li ho adorati da subito, avendoli seguiti (leggere: stalkerizzati) per tutto il tempo in cui hanno girato la serie, ma vederli interpretare i miei personaggi preferiti, è stata una rivelazione. Avevo adorato Lily Collins e Jamie Campell-Bower nei panni dei protagonisti, ma nel film, tutti gli altri personaggi erano più un contorno, mentre qui abbiamo l’opportunità di vederli caratterizzati a dovere, ognuno con il proprio spazio e la propria storia da raccontare.

 

LA PUNTATA:

La prima scena, quella dell’inseguimento del demone fuori dal Pandemonium e il conseguente combattimento all’intermo, nonostante fosse stata già mostrata mesi fa, mi ha catturata. E’ stato bello vedere quanto Izzy, Alec e Jace siano coordinati per funzionare come una macchina (da guerra) perfetta. Alec protettivo con Jace, Izzy con Alec, tutto questo mi ha fatto rivivere le emozioni della mia prima lettura dei libri.

Il rapporto tra Clary e Simon, uno fra i miei preferiti della saga, non è stato sacrificato come credevo, anzi è stato esaltato come il bellissimo e profondo rapporto quasi simbiotico che li lega e la chimica tra i due attori è stata perfetta. Anche la dinamica “familiare” tra Jocelyn, Luke, Simon e Clary mi ha fatta scogliere, come sono teneri.

Una delle cose più strane della puntata è stato vedere Clary e quella che avrebbe dovuto essere “Madame Dorotea” abbracciarsi, scambiarsi regali e carinerie e l’istituto: troppo affollato e tecnologico. Non mi ha convinta per niente, ma magari mi ricrederò con il procedere delle puntate.

Magistrale la resa della gelosia di Alec nei confronti di Clary: si capisce benissimo che c’è qualcosa di più sotto al suo odio “a pelle” verso una mondana qualcunque e che è legato a Jace in modo “speciale”.

Essendo Luke uno dei miei personaggi preferiti, sapevo che sarei stata molto “protettiva” bnei suoi confronti. Il fatto che sia un poliziotto non mi convince ancora, non posso farci niente e mi sarei aspettata che avessero trattato in maniera più ampia il suo rapporto con Clary, così da rendere più chiaro quanto Clary sia stata ferita da ciò che lui ha detto ai membri del Circolo.

Ho trovato un po’ ridicoli gli scagnozzi di Valentine con gli occhiali da sole stile Men in Black e anche le scelta di far tornare Clary a casa e le spiegazioni, anche se poche e confuse, di Jocelyn. Anche se vederla combattere mi è piaciuto molto, ricordandomi la descrizione che Luke fa nei libri su com’era Jocelyn da giovane, ai tempi del Circolo.

Valentine interpretato da Alan fa paura davvero. Sono riusciti a far capire anche a chi non conosce la storia che, anche se nel suo modo malato, ama Jocelyn, ma farebbe di tutto per avere la Coppa Mortale.

Jace e Clary: PERFETTI. Lui è un pò meno arrogante rispetto al Jace interpretato da Jamie e da quello dei libri, ma la chimica tra i due attori è palpabile, credo che ne vedremo delle belle nelle prossime puntate.

Magnus, per il poco che si è visto, mi piace molto. L’attimo in cui si scontra con Clary nel Pandemonium è stato davvero bello.

Un’altra delle cose che mi hanno lasciata un pò perplessa è la questione rune: non mi piace il fatto che “compaiano” alla passata dello stilo, invece che essere disegnate, come accade nel libro e si è sentita forte la mancanza dello schiaffo “per l’altro 10%”.

La scelta delle musiche è stata perfetta, le ho adorate, sopratutto quella iniziale della scena dei nostri eroi che seguono il demone fuori dal Pandemonium.

In definitiva, mi posso definire soddisfatta all’90% da questo pilot.

E ricordiamoci sempre che:

 

Fatemi sapere cosa pensate della puntata! Alla prossima puntata!

 

Roberta, strafiga in nero dal 1992.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.