Maira in the TARDIS: Recensione Doctor Who Christmas Special

Cari whovian, in questo speciale di Natale abbiamo conosciuto finalmente tutti i mariti di River Song, scoprendo anche una relazione omosessuale con Cleopatra. Ma ciò su cui mi soffermerò è che AVEVO RAGIONE. Si, avevo ragione: Capaldi è il dottore di River. L’uomo dal completo elegante. L’uomo che l’ha portata a vedere le torri cantanti. L’uomo che le ha regalato un cacciavite sonico. Il vero marito di River Song.

E questo episodio mi ha emozionata tantissimo.

Chi siete? E’ già arrivato il Natale? Si inizia? No, non mi disturbate: CAROL SINGERS WILL BE CRITICISED.

 

  • Episodio 

Ho amato questo speciale, credo sia uno dei più bei speciali di Doctor Who perché è stato assolutamente perfetto nel dare una perfetta fine ad uno dei più bei personaggi dello show. E ci svela quanto River significhi per il Dottore.
A lui non piacciono i finali, li odia, li evita ad ogni costo. Non è riuscito ad accettare la morte di Clara e ha fatto di tutto per farla tornare indietro. La perdita di Amy e Rory è stata così devastante che ha passato moltissimi anni recluso su una nuvola. Ma questa volta non è scappato, il Dottore è rimasto per River. E le ha donato un finale perfetto. Perché probabilmente la ama, in modo diverso da chiunque altro. Non ha bisogno di proteggerla come con le sue companion, River sa cavarsela, River è come lui e per questo si comprendono, si conoscono, e per quanto il Dottore ami correr via, amerà sempre più River.

“You took me to Darillium to see the Singing Towers. What a night that was.”

Anche Tennant ha chimica con chiunque, persino con i sassi, che nostalgia questa puntata.

 

 

 

Sapete cosa amato più di tutto in questo episodio? Il fatto che a differenza di Clara che è rimasta scottata dal cambiamento e dalla trasformazione da Smith a Capaldi, distaccandosi da lui non riconoscendolo subito, River non l’ha fatto. In quel preciso momento in cui ha capito che l’uomo che era davanti a lei era il Dottore, lei LO HA VISTO e lo ha amato subito, senza indugi.

“È come amare le stelle. Non ti aspetti che un tramonto ti guardi con i tuoi stessi occhi.”

Una confessione d’amore e una frase meravigliosa. Alex e Capaldi hanno una chimica pazzesca insieme.

In gallifreyano non dici ‘ti amo’ dici ’24 anni’ e io continuo a piangere galassie di lacrime.

Ho trovato gli episodi in cui compare River in ordine cronologico per chi volesse intraprendere questa avventura nel tempo libero:

Let’s Kill Hitler
The Wedding of River Song
First Night
A Good Man Goes to War
Impossible Astronaut/Day of the Moon
Pandorica Opens/Big Bang
Time of Angels/Flesh and Stone
Last Night
The Angels Take Manhattan
The Husbands of River Song
Silence in the Library/Forest of the Dead
The Name of the Doctor

O come me che subito dopo lo speciale si è precipitato su Netflix pronta a guardare ‘Silence in the library‘ e continuare a piangere galassie di lacrime perché questo è lo spirito del Natale.

  • River Song

River Song è un personaggio così complesso ed emozionante. Questa donna parla di uccidere qualcuno con una leggerezza e un sorriso così sfacciato, con un carattere così arrogante, che ama impressionare gli altri con la sua intelligenza e il suo corpo, mostrandosi molto vanitosa ed eccentrica. E questa stessa donna ha passato duecento anni ad amare una persona, convinta che questa stessa persona non ricambiasse il suo amore.

Vi rendete conto? Sa che lui non la ama e decide che è qualcosa con cui potrà sopravvivere comunque e che nonostante ciò lei continuerà ad amarlo incondizionatamente.

E questo è molto da Rory, suo padre. Rory pensava (erroneamente) di amare Amy di più di quanto Amy amasse lui; e ha pensato (di nuovo erroneamente) che questo pensiero fosse le fondamenta della loro relazione. E nonostante ciò gli andava bene così, il suo amore sarebbe bastato per entrambi. Ma in questo caso i due finalmente chiarirono questo punto in una scena commovente, dove capirono che entrambi si amavano moltissimo, né di più né di meno dell’altro.

 

 

E ho trovato questo parallelismo con Rory molto interessante, perché entrambi hanno una certa insicurezza nel profondo secondo me, quella paura di non sentirsi in un certo senso dei perfetti eroi della storia, come lo sono stati il Dottore ed Amy insieme. E questo aspetto mi ha molto colpito.

  • Considerazione finale 

Per tutte quelle persone invece che dicono che Twelve ami più Clara di River perché non ha trovato una scappatoia per salvarla dico: il Dottore ha imparato una dura lezione con Clara, non può salvare una ragazza distruggendo l’universo e che lacerare il tempo e lo spazio per chi ami non è la risposta. Il Dottore ha finalmente imparato che essere felici non vuol dire per sempre, ma saper vivere intensamente il momento. Il Dottore ha imparato a vivere il suo finale con il suo amore. River e Twelve hanno avuto il loro e vissero felici e contenti, per la prima volta.

 

Peter Capaldi ha avuto l’onore di far vivere a River Song la sua ultima avventura con lui, la sua ultima corsa.

Voglio ringraziare Moffat per tutto quello che ha fatto con Doctor Who. La serie 9 è terminata in modo impeccabile, Clara sta volando con il suo Tardis in cerca di avventure e River finalmente ottiene il suo lieto fine. Non so chi avrà il coraggio di criticare questa puntata ma “The Housebands of River Song” non poteva essere scritta meglio di così.

Il mio grazie va a Steven Moffat e Peter Capaldi per averci regalato un meraviglioso anno di Doctor Who.

– I hate you.

– No, you don’t.

Voto: 10

dolcemente vostra,

Maira

Se volete aggiungermi su Facebook CLICCATE QUI

Se volete maggiori informazioni vi consiglio le pagine belle di: Doctor Who “ita”, Doctor Who Ita, The day of the Doctor, Doctor Who Italia Fans Page

Se volete leggere le precedenti recensioni della serie 9 CLICCATE QUI

 

 

Maira Vista

Companion del Doctor. Blogger di serie TV. Bionda dentro. Per info andate a pagina 394.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.